Internet nel 2010: una rete di contenuti per vestire il brand

Social marketing: la promozione del marchio su social e web

Uno degli aspetti più entusiasmanti del lavoro a Extera è la possibilità di trovarsi in contatto con sfaccettature della comunicazione in grado di toccare così tante realtà professionali. Programmazione, comunicazione visiva, marketing e copywriting (redazione creativa di testi) sono aspetti del nostro lavoro che si integrano ogni giorno con sinergie di sviluppo e nuove interessanti sfide. Oggi più che mai il web rappresenta l’humus ideale per integrare con nuovi innesti video, grafica, ricerca e interattività, utilizzando in modo armonico tutte le potenzialità offerte da  rete e comunicazione.

 

YouTube (condivisione di video), Facebook (pololare social network), Flickr (condivisione di fotografie), Twitter (condivisione di brevi messaggi di testo) e la nuova tribù dei social hanno ormai annacquato l’appetibilità della vecchia paginetta web fine a se stessa. Oggi i player più importanti guardano con crescente attenzione alla capacità di tessere in modo organico una comunicazione globale, coerente e aggregata. Basta con la solita musica: le aziende cercano su Internet dei veri e propri direttori di orchestra.

Il protagonista non è più Il Sito, ma torna ad essere Il Brand.

Il Brand (l’immagine che contraddistingue un prodotto o un servizio) non esiste in un luogo specifico, non ha una natura sedentaria, preferisce far parlare di se piuttosto che parlarsi addosso.

Nel giro di poco tempo per alcuni Explorer (il browser internet più diffuso al mondo) è diventato una mera finestra da aprire per avere accesso a Facebook. Youtube in America è ormai più utilizzato di Yahoo (storico motore di ricerca degli States) nelle ricerche di contenuti sulla rete (cft. articolo).  Le persone utilizzano Internet per condividere e commentare foto e filmati, lo stesso Google allarga il proprio raggio di ricerca su social e news aggiornando le informazioni in tempo reale e geolocalizzato. Preferireste leggere tutti i segreti per suonare “Stairway to Heaven” alla chitarra  o vedere in diretta una dimostrazione pratica da parte di un vero maestro?  E’ questa la domanda che dovrebbero porsi i dirigenti della popolare marca di chitarre Fender.

Questo è lo stato della rete nel 2010. Non più un singolo sito web ma un network di diffusione fatto di immagini, contenuti, campagne marketing e comunicazione che deve impiegare in modo integrato tutti gli strumenti più utilizzati su Internet.

Extera ha già avuto modo di progettare e realizzare campagne simili con clienti importanti, che si sono dimostrati sensibili a queste tematiche. È stato il caso di Terna, il principale proprietario e gestore della rete di trasmissione di energia elettrica in Italia, con un progetto che ci ha dato particolare soddisfazione in un’iniziativa evoluta di diffusione Web, sia per il supporto e la fiducia della Direzione della Comunicazione Aziendale  sia  per i risultati ottenuti.

L’attenzione rivolta a web marketing (strategie commerciali che sfruttano i canali online), article marketing (advertising per la promozione attraverso articoli), brand reputation e brand awareness (valore e riconoscibilità del marchio), benchmarking (misurazione di prodotti e servizi mediante lo studio dei concorrenti) e SEO (ottimizzazione per i motori di ricerca) ha tenuto conto di ogni opportunità offerta dalla rete in modo mirato e sinergico.

L’identità di visioni del progetto presentato da Extera ha trovato Terna pienamente in linea con gli obiettivi della nostra pianificazione:

Il “Web Content” (il contenuto principale) è la base operativa per diffondere informazioni ottimizzate secondo specifiche parole chiave. L’obiettivo è quello di pilotare visite e curare il brand awareness attraverso feed informativi (unità di informazioni standard facilmente interscambiabili tra diverse piattaforme) e contenuti dedicati ai social network. Gli utenti possono così interagire direttamente con il marchio grazie alla community che prediligono. Un accorgimento molto importante è quello di utilizzare un “serbatoio” di informazioni come riferimento per tutti i nostri canali di comunicazione. La pianificazione di una rete in grado di dare risultati efficaci dovrebbe seguire le “5 regole del Social Media Optimization” di Rohit Bhargava, scritto ben quattro anni or sono, ma ancora attuale.

Attenzione. Una copertura completa di un brand sulla rete non deve essere mai confusa o percepita come Spam (messaggi indesiderati). I contenuti proposti devono essere strategici, rilevanti e in grado di coinvolgere le persone, avvalendosi di conoscenza e comprensione del media utilizzato.

Extera è diventata un punto di riferimento per le aziende che vogliono rendere la propria presenza sulla rete percepibile, rintracciabile e più significativa rispetto ad una paginetta web triste e abbandonata.

Al vostro brand piace la compagnia. Non lasciatelo solo.