Il GPS, Sistema di Posizionamento Globale, è nato nel 1973 per scopi militari (Dipartimento della Difesa Statunitense) per consentire a navi e sommergibili di conoscere la propria posizione. Il funzionamento si basa su una triangolazione, calcolando il tempo che il segnale radio impiega per raggiungere il dispositivo partendo da tre satelliti. Ad oggi, ci sono trentuno satelliti in orbita attorno alla Terra adibiti a questo scopo. Dal 2000 il sistema GPS viene usato con successo anche per scopi civili, con opportune restrizioni che ne impediscono l’accesso alle forze militari non appartenenti al Patto Atlantico.

Il GPS oggi

La progressiva diminuzione dei costi e delle dimensioni dei dispositivi con tecnologia GPS ha permesso ai nuovi smartphone di integrare un ricevitore GPS all’interno. Dall’ultima indagine pubblicata dall’Osservatorio Mobile Internet del Politecnico di Milano risulta che in Italia attualmente risultano 27 milioni di smartphone attivi. Il dato rispecchia una crescita esponenziale dei dispositivi che utilizzano sistemi GPS, fenomeno che ha trasformato l’impiego di una tecnologia considerata avveniristica in un utilizzo sempre più diffuso e alla portata di tutti.

Google Maps

L’8 febbraio 2005 Google annuncia sul suo blog l’apertura di un nuovo servizio che permette di consultare via web la cartografia stradale di quasi tutta la Terra, utilizzando come coordinate proprio quelle ottenute dal GPS. Questo servizio è oggi conosciuto come Google Maps. Nel giugno 2006 Google pubblica le API del suo servizio cartografico: la loro interfaccia di programmazione diventa accessibile a tutti. Da quel momento è possibile interagire con le mappe dal proprio sito internet e da molte altre applicazioni.

L’utilizzo di Extera

Extera integra da tempo questa tecnologia all’interno dei suoi servizi, migliorando l’esperienza della navigazione dei siti e semplificando la fruizione dei contenuti legati alla geolocalizzazione.

I dispositivi mobile oggi sono in grado di conoscere esattamente la nostra posizione con un semplice accesso ad una linea internet. Possiamo usufruire di un sistema cartografico completo consultabile direttamente dal web, molto flessibile e gratuito.

L’ultimo utilizzo di Extera? L’impiego di funzioni specifiche legate a mappe e geolocalizzazione all’interno del gestionale web taaac! con un modulo che assiste l’utente nella disposizione degli oggetti sulle mappe.

In particolare taaac! offre un sistema di auto-completamento e suggerimento degli indirizzi. Con drag&drop e Google Maps integrare funzioni di geolocalizzazione da gestionale è diventato un gioco da ragazzi anche per i clienti di Extera, come Calliope e Riviera di Rimini.

I negozi di Calliope ora sono on-line e on-earth, posizionati in modo perfettamente coincidente sia online che nel mondo reale. Addio ai vecchi form con ricerche per regione, provincia, città: cercare i negozi online in maniera visuale o gon GPS sulla mappa è senza ombra di dubbio più intuitivo e veloce. Provate voi stessi: www.calliope.info.

Riviera di Rimini (Provincia di Rimini) propone invece 3000 strutture ricettive, migliaia di eventi, territori da scoprire divertimento e relax. Dove li trovate? Naturalmente su www.riviera.rimini.it.