Posizionamento siti web: a Google piace mobile

“Starting April 21, we will be expanding our use of mobile-friendliness as a ranking signal. This change will affect mobile searches in all languages worldwide and will have a significant impact in our search results. Consequently, users will find it easier to get relevant, high quality search results that are optimized for their devices.”

Posizionamento siti web: è ufficiale. Google, violentando uno dei suoi principi base, quello della discrezionalità, annuncia sul suo blog che dal 21 aprile premierà in termini di ranking i siti pienamente mobile-friendly, i quali saranno avvantaggiati nei confronti di quelli che non lo sono o lo sono solamente in maniera parziale.

Google non sta facendo altro che seguire i trend dell’utenza. Secondo i dati Audiweb di Marzo 2015 9 milioni di Italiani hanno effettuato l’acceso al web esclusivamente da mobile (contro 12,5 milioni da desktop).

Google rimane un’azienda il cui modello di business è basato sulla vendita di inserzioni pubblicitarie. Il suo obiettivo rimane sempre lo stesso: essere percepito come il miglior motore di ricerca del mond0. Questo risultato è legato a filo diretto alla soddisfazione dei suoi utenti.

Da qui l’incentivazione per la realizzazione di siti con tecnologia responsive.

Quali sono le caratteristiche che deve contenere un sito per essere considerato mobile friendly?

È sempre Google a confidarcelo:

Posizionamento siti web: se il vostro sito è responsive, non avrete nulla da temere, continuerà a essere visibile nelle SERP di smartphone e tablet. In caso contrario, potrebbe essere soggetto a una flessione del ranking acquisito nel tempo e  subire un calo di prestazioni in termini di visibilità organica, con una conseguente riduzione delle visite, dei i contatti e delle vendite.

Il tuo sito è ottimizzato per mobile? Contattaci, cercheremo insieme la soluzione migliore.