Il Naming è un’attività di marketing che può determinare il successo o l’insuccesso di ogni futuro progetto. Soprattutto quando si parla di marketing online. Ti sei mai trovato in difficoltà nel dover trovare un nome per il tuo nuovo business? Non sei il solo. Quando si tratta di marketing digitale ci sono tantissimi fattori che entrano in gioco, soprattutto se il progetto non gode di visibilità. Quando abbiamo a che fare con il mondo del marketing online un nuovo nome non deve essere solo accattivante ma facile da comunicare con il passaparola, deve facilitare una trascrizione corretta,  essere propedeutico all’indicizzazione sui motori di ricerca, così come compatibile alla registrazione di un dominio non occupato.

Scontriamoci con la realtà. I nomi migliori sono già stati quasi tutti presi dai tuoi concorrenti, indirizzi web inclusi. Per questo il primo passo è sempre quello di controllare se il nome che hai in mente è già registrato o no. E non solo! Hai pensato se il tuo nome riuscirà a distinguersi tra nomi del tutto simili al tuo? Soprattutto: hai preso in considerazione un nome in grado di crescere assieme alla tua attività? D’accordo pensare al posizionamento sui motori di ricerca, ma scegliere un nome per l’azienda troppo specifico potrebbe essere una maglia costrittiva che potrebbe non rispecchiare più la tua azienda nell’arco di qualche anno.

Dove partire allora per trovare il nome giusto? Non esiste una risposta valida per ogni tipo di azienda.

Esistono invece i soliti quattro errori che ogni azienda dovrebbe evitare.

1

1. Ignorare il mercato

Ormai è quasi scontato farlo notare: su Internet puoi raggiungere chiunque. In tutto il mondo. Quando presentiamo un nuovo brand sulla rete il tuo progetto è pronto a crescere, sguazzare liberamente sul grande mare digitale, imbattersi inevitabilmente in un nuovo pubblico, ancora ignaro della sua esistenza. Quando capiterà – perché capiterà – l’ultima cosa che deve succedere è che tu sia pentito del nome scelto per la tua impresa. È il caso della società svedese PicHit, un servizio legato alla selezione di foto professionali a uso commerciale. Incontrato il mercato americano l’azienda è stata costretta a cambiare nome da PicHitPicKit. I nuovi clienti americani continuavano a sbagliare la trascrizione del nome: gli Svedesi si sono dovuti arrendere all’evidenza. Cerca di capire subito con chi devi comunicare, quale angolo di pianeta o nicchia devi raggiungere. Ignorare le possibili interpretazioni e fraintendimenti del tuo nome è un passo fondamentale che non puoi permetterti di ignorare. Il marketing si basa soprattutto sul passaparola. Scegliere un nome compatibile alla sensibilità dei tuoi interlocutori ti permetterà di non correre al riparo troppo tardi, presentando il tuo brand con tutta la chiarezza e autorevolezza necessaria.

3-b

2. Essere unici a ogni costo

In un mondo governato da domini internet in larga parte già occupati, la tentazione di scegliere un nome complicato è quasi giustificata. Esistono sempre valide opzioni per tirare fuori dal cilindro un nome sia comprensibile che originale, ma se proprio ti trovi alle strette cerca i testare la tua scelta su diverse persone. Esistono nomi per aziende talmente contorti da terrorizzare gli esperti di marketing ancora prima del brief di partenza con il cliente. È il caso di Huawei, g’zOne della Casio, o l’inarrivabile Andreessen Horowitz, un’azienda statunitense di venture capital sufficientemente autoironica da scegliere come dominio www.a16z.com. Non battezzare un nome solo perché il dominio non è registrato. È fondamentale che il tuo brand sia soprattutto facilmente tra scrivibile e facile da ricordare. Il rischio è di trovarsi come noi a correggere gli accenti alla fine del nome e spiegare ogni volta che “in mezzo ci va una X”.

3

3. Essere ambigui

Allo stesso tempo il nome del tuo prossimo progetto non dovrebbe essere così generico da essere frainteso. Soprattutto pensando nell’ottica della lunga scadenza, anche se immagino che le tue ambizioni siano a breve termine. Se quello che stai cercando è visibilità immediata non puoi considerare Gucci o Adidas come esempi. Fai capire al tuo cliente che sei tu il brand che stava cercando, fallo a partire dal nome. Il tuo brand deve parlare, facendo arrivare la sua voce al pubblico giusto su ogni parte del pianeta. In una prima fase della tua attività il passaparola sarà fondamentale, ma ogni tipo di visibilità si renderà inutile se il nome scelto non saprà descrivere il tuo business. Il trucco per ottenere un compromesso tra unicità de riconoscibilità è quello di scegliere e abbinare parole che aiutino potenziali acquirenti a capire la natura della tua attività. Il nome del tuo brand dovrà sia evocare una suggestione che comunicare ai clienti quanto la tua attività possa offrirgli. Pensa al tipo di sensazione che vorresti evocare, ai desideri del tuo pubblico, a quando del tuo mondo quel nome è in grado di evocare.

4

4.  Andare oltre al punto com

Acquisire un dominio .com già registrato può essere una scelta abbastanza costosa. I casi più esagerati? Il fortunato acquirente di www.clothes.com è Zappos, che ha acquistato il dominio da Amazon nel 2009 per “soli” $ 4,900,000.  www.beer.com invece è ancora libero, ma è giusto sapere che al precedente acquirente è costato 7 milioni di dollari. Un po’ eccessivo per il budget di una start up, vero? Tanto tempo fa un dominio “punto com” era indispensabile per poter godere di una giusta autorevolezza online. Ora non è più così. Da .app fino a .pizza, esistono estensioni di dominio sufficienti per fare in modo che nulla possa mettersi in mezzo tra la tua azienda e la scelta di un  nome geniale.

5

Concludendo

Il naming per aziende è una parte cruciale della tua attività e non può essere sottovalutata. Auspicabilmente il nome prescelto accompagnerà ogni aspetto della tua comunicazione per tutta la vita del brand. Il metro migliore per valutare la bontà della tua decisione è pensare al tuo nome dal punto di vista del cliente. Occorrono test, analisi e proiezioni all’interno di ogni possibile scenario, dal design alla SEO. Cerchi una valida consulenza per il nome di un servizio, brand, o prodotto? Contattaci per uno studio.