I Facebook Ads sono uno strumento molto efficace per trasformare il social più diffuso nel mondo in una potentissima arma di marketing. Dal lancio di un nuovo brand di moda su scala planetaria all’inaugurazione del pub sotto casa, Facebook ci dà la possibilità di raggiungere qualsiasi tipo di persona con annunci a misura di personas. Pensaci bene: chiunque oggi ha un telefonino a portata di mano in qualsiasi momento. Raggiungere la persona giusta al momento giusto è una ghiotta convergenza di opportunità sia per piccoli e grandi imprenditori che per lo stesso Facebook, che “rimarrà per sempre gratuito” guadagnando nel frattempo con le nostre inserzioni. Tv e giornali non sono più seguiti come una volta e ad ogni modo propongono modelli di pubblicità ormai superati e poco competitivi.

Per questo sempre più società decidono di investire sui Facebook Ads, a discapito di un sovraffollamento degli annunci che prelude ad una saturazione degli spazi pubblicitari (già annunciata entro il  2018). Cosa significa? Se decidi di investire su Facebook non ti basterà più pagare per ottenere risultati, ma dovrai impegnarti al massimo per creare l’annuncio più convincente possibile. Esistono accorgimenti particolari per riuscire a distinguersi in modo efficace? Non c’è una ricetta valida per ogni situazione, ma come web agency abbiamo notato alcunni accorgimenti che sono in grado di fare la differenza. Condividiamo con te tre consigli su come usare al meglio i Facebook Ads.

1. 🙌 Più emoji nei tuoi Facebook Ads

Chi non appartiene al popolo dei Millennials le considera solo delle stupide faccine. Non tutti usano queste simpatiche icone nei loro post, ed è proprio questo che sono in grado di fare la differenza. Non ci credi? Per quanto riguarda la nostra esperienza sono i numeri a parlare, soprattutto per quanto riguarda il costo per interazione e il punteggio di pertinenza dell’annuncio. Dalla loro introduzione nel 2014 le Emoji sono state “sdoganate” da vere e proprie istituzioni dell’advertising come Coca-Cola, McDonald e Disney.

emoji

Faccine e simboli non sono solo amati dal pubblico, ma anche dagli inserzionisti. L’immediatezza degli Emoji rende ancora più percepibile il sentiment delle campagne e lo razionalizza nelle statistiche. È un dato di fatto: gli Emoji riescono a esprimere concetti e sentimenti in modo immediato e incisivo più di una frase. Se per descrivere benefit di servizi o prodotti occorrono troppe parole, un Emoji riesce a sintetizzare  la natura di un concetto in modo immediato. Gli Emoji non sono solo un giochino per Millennials: la loro forza è di farsi capire facilmente da qualsiasi generazione in qualunque emisfero. Non sottovalutare gli Emoji: non sono solo scorciatoie per comunicare su Messenger e Whatsapp. Integrare Emojistati d’animo e attività in modo creativo in un Facebook Ads è fondamentale per aumentare l’efficacia degli annunci sponsorizzati.

2. 📷 Ancora più foto

Non accontentarti di una sola foto negli annunci. Aumenta in modo significativo il CTR (Click-Through Rate) di un annuncio usando più foto, ancora meglio se organizzate in un album. Non parliamo di semplici immagini, ma di foto o illustrazioni unici e eccellenti! Anche se sponsorizzati, i tuoi annunci appariranno sul feed di Facebook al pari di altre notizie e avranno la stessa possibilità di essere visualizzati. Usare immagini in grado di attirare l’attenzione è fondamentale per:

  1. focalizzare l’attenzione del tuo pubblico;
  2. spingere le persone a fermarsi qualche secondo in più;
  3. auspicabilmente fare in modo che il tuo annuncio venga letto;
  4. aumentare di conseguenza ail punteggio di rilevanza del tuo annuncio.

La sponsorizzazione di un’immagine è fondamentale anche per la brand awareness qualora tra i nostri obiettivi figuri la visibilità del marchio o la promozione di un nuovo prodotto. Vendi assicurazioni o tavole da surf? Non importa: usare l’immagine giusta è la carta vincente per attirare l’attenzione in modo efficace e veloce.

Quando scegli una foto ricordati che la maggior parte della tua audience la vedrà da un telefonino, ovvero uno schermo molto piccolo. Evita di usare illustrazioni complicate o con troppi dettagli, focalizzati su qualcosa di semplice, possibilmente incentrato su toni chiari e colori brillanti. È statisticamente provato che alcuni tipi di immagine sono in grado di richiamare l’attenzione più facilmente di altri. In particolare:

  • Foto di ricorrenze famigliari, eventi o di persone felici;
  • Foto con persone attraenti o gattini 😉;
  • Immagini con colori chiari, possibilmente in contrasto con l’onnipresente blu di Facebook;
  • Foto in grado di appagare l’interesse dell’audience di appassionati a cui stai puntando.

gattini

3. 💑 Crea un’audience perfetta

Ti sono bastati i primi due punti e hai già provato a creare un Facebook Ads? Pessima mossa, il terzo punto è fondamentale! Pensavi davvero fosse sufficiente usare un’immagine carina e qualche Emoji per ricevere centinaia di contatti? Non è così. Ogni tipo di contenuto deve incontrare la sua audience. Per questo è importante definire a priori delle user personas. L’impostazione di un’audience sui Facebook Ads ci permette di far raggiungere il giusto contenuto al pubblico giusto, incrementando di conseguenza engagement e auspicabilmente il ROI (Return Of Investment). Come impostare un audience sui Facebook Ads in modo corretto? L’intuito non basta, dobbiamo esaminare i dati delle Facebook Insights. Attraverso le statistiche di Facebook è possibile intercettare interessi, comportamenti d’acquisto e affinità con i brand. L’impiego di altri dati e strumenti di Facebook come le “Lookalike Audience” (pubblici similari) possono aumentare sensibilmente la portata di una campagna advertising, intercettando un pubblico di potenziali clienti che ci potrebbe essere sfuggito.

Non parliamo più di nicchia o sperimentazione. Nel 2017 il mondo del digital advertising ha consolidato starndard qualitativi affidabili con possibilità di investimento e personalizzazione molto versatili. Le aziende non investono più su campagne Facebook Ads come alternativa, ma per necessità.

Pretendi di più dai tuoi Facebook Ads?
Contattaci ora.