“Mi serve un e-commerce”. Tutto inizia così, con la consapevolezza di voler varcare la meravigliosa soglia del digitale per vendere anche nella grande piazza di Internet le vostre calzature o le vostre linee di make up.

Ma da dove iniziare? L’esperienza comune insegna che di solito si parte dalla scelta della piattaforma e-commerce più adatta, più flessibile, più performante, più snella, più smart, più tutto. In termini assoluti, nessuna piattaforma è migliore di un’altra, ognuna ha le sue peculiarità, adatte o meno alle diverse esigenze di business.

Noi abbiamo scelto Shopify per i nostri e-commerce e vi spieghiamo perché ci piace. Ma prima…

Piattaforme e-commerce: le più diffuse

Il mondo digitale è pieno di soluzioni e piattaforme e-commerce. Chi non ha sentito parlare di Woocommerce, Shopify, Prestashop, Magento e Opencart?

Tutte queste soluzioni sono altamente personalizzabili e potenzialmente adatte a molte aziende e settori.

Il servizio in assoluto più diffuso è Woocommerce, grazie al fatto di essere la piattaforma open source progettata in casa WordPress. Seguono Shopify al secondo posto e Squarespace al terzo.

Cosa ha permesso a Shopify di diventare la seconda piattaforma per il commercio elettronico preferita dai marketer di tutto il mondo?

Shopify e-commerce e i numeri del successo
Fonte immagine: shopify.com

Shopify: ecco perché ci piace

Shopify è così speciale perché è un cosidetto “SaaS” (Software as a Service), cioè una piattaforma che offre dei servizi a pagamento per poter costruire il proprio negozio online e personalizzarlo.

In pratica basta creare un account sulla piattaforma dove poter ospitare il proprio shop online, senza bisogno di installare software in locale o su server terzi con annesse e costose fasi di settaggio e manutenzione.

In seguito alla creazione dell’account, si potrà iniziare a configurare e gestire il proprio shop, partendo dal setup iniziale, aggiungendo poi temi grafici nativi della piattaforma (gratuiti o a pagamento) che possono anche essere personalizzati in base al proprio gusto e a varie esigenze.

I prodotti possono essere organizzati in categorie verticali, assegnati a una ulteriore categorizzazione tramite tag, si possono gestire le varianti e tutte le informazioni di prodotto necessarie.

La gestione degli ordini è altrettanto semplice e veloce, anche e soprattutto grazie alla possibilità di accedere alla piattaforma da qualunque dispositivo, tablet o smartphone.

In pratica parliamo di una piattaforma performance-centrica: limitando al massimo le problematiche lato tecnico e sviluppo, tutti gli sforzi sono concentrati a trarre il massimo dalla vendita online.

Basterebbe già questo a rendere Shopify la soluzione più snella e veloce per ogni tipologia di business. Ma se questo non fosse abbastanza, ecco alcune motivazioni che potrebbero convincervi definitivamente.

Shopify e e-commerce - come funzione

I vantaggi di scegliere Shopify secondo Extera

  1. la soluzione per chi non ha tempo da perdere

Rispetto a molte altre piattaforme, Shopify è una soluzione estremamente veloce che consente di costruire e aprire un negozio online abbattendo di molto i classici tempi di progettazione e montaggio, dal momento che è un servizio in cloud senza la necessità di installazione su un server.

  1. bassi costi di sviluppo e implementazione

Aprire un e-commerce con Shopify richiede un investimento molto contenuto in area sviluppo, montaggio e implementazione, dal momento che la piattaforma offre tecnicamente tutta l’infrastruttura necessaria. Basterà creare un account e da quel momento iniziare a configurare il proprio negozio online. Categorie, prodotti, sistemi di pagamento e spedizione: tutto è già a portata di clic.

  1. hosting e server non sono più un problema

Shopify è in grado di bypassare il problema relativo a hosting e server, dal momento che mette a disposizione i suoi mezzi con un costo decisamente conveniente e compreso nella fee mensile da corrispondere.

  1. tanti template grafici

Se pensate che la personalizzazione grafica del sito possa essere limitata vi sbagliate. Tutto il contrario. Shopify mette a disposizione numerosi temi grafici gratuiti e a pagamento, tutti perfettamente supportati dal sistema e complementari alle sue funzionalità.

Sono inoltre possibili ulteriori customizzazioni alla portata di grafici e web designer che possono manipolare i temi e renderli più aderenti alle richieste del cliente e alle esigenze di business.

  1. la personalizzazione non è un problema grazie ai plugin

Shopify dispone di una fornita libreria di plugin nel suo App Store, lo shop delle applicazioni che consentono di aggiungere e implementare funzionalità per l’e-commerce in costruzione. Il grande vantaggio di questa formula è la scalabilità, ovvero la possibilità di ampliare gli strumenti del proprio shop online in modo controllato e coerente con la crescita che si desidera ottenere: è possibile testare il plugin installato (costo una tantum o fee mensile) e decidere se la funzionalità erogata supporta adeguatamente il proprio business oppure si desidera provare altre app.

  1. mai soli con l’assistenza 24 ore su 24

Shopify offre un servizio di supporto e assistenza attivo 24h, 7 giorni su 7, che sostiene e risolve velocemente l’insorgere di problemi, intoppi, bug di varia natura, insomma tutte quelle problematiche presenti nella vita di qualunque e-commerce. Senza contare che la sezione “Shopify Help Center” offre già un notevole supporto grazie alla presenza di guide, tutorial, FAQ e How-to.

  1. meno sviluppo, più marketing

Performance. Ecco il nodo centrale e il vantaggio principale derivante dall’adozione di Shopify rispetto a un’altra piattaforma. Abbattendo tutti i costi monetari e non legati a progettazione, sviluppo e montaggio del sito, l’unica preoccupazione del cliente e di noi marketer sarà quella di far funzionare al meglio il proprio shop, dall’aumento del traffico al sito sino alla conversione finale.

Shopify e-commerce e marketing

Ricapitolando: perché ci piace Shopify

E perché siamo addirittura diventati partner?

Ci piace la sua versatilità, la flessibilità, la completezza dello strumento, l’alta curva di apprendimento, la sicurezza della piattaforma, la sua scalabilità, la possibilità di ridurre i costi di sviluppo per poter dirottare gli investimenti sul marketing, l’assoluta centralità delle performance. Serve altro?