buoni propositi 2020 Extera

Buoni propositi 2020: bilancio di metà anno

Ci stiamo avvicinando alla pausa estiva ed è tempo di “mezzi” bilanci in Extera.

Era solo gennaio 2020, l’altro ieri praticamente, ed eravamo tutti intenti a preparare la lista dei buoni propositi per l’anno appena iniziato. Chi avrebbe mai pensato che di lì a poco una pandemia mondiale avrebbe cambiato ritmi, abitudini e progetti?

Tuttavia il lockdown non ha fermato il nostro lavoro, che è proseguito a pieno ritmo in modalità smart working. Possiamo dire lo stesso degli obiettivi che ci eravamo posti a inizio anno? A che punto siamo? Li abbiamo raggiunti, abbandonati o temporaneamente “congelati”?

Ecco lo stato di avanzamento dei lavori rispetto ai nostri buoni propositi 2020, quando l’anno ha già oltrepassato la sua prima metà:

Correre una mezza maratona

“Dovrò fare 21 kilometri per la mia promessa di mezza maratona, per il momento ne faccio ancora 7. Sto incalzando il mio preparatore per avere l’allenamento adeguato. Ammetto che mancare la promessa mi scoccerebbe parecchio.”

Viaggiare di più

“La quarantena non ha aiutato, perciò confermo il viaggiare di più, anche vicino a casa.”

Dormire di più

“Era dormire di più vero?È riuscito solo il di più: mi sveglio di più.”

Riprendere in mano gli attrezzi da Bonsai

“I miei bonsai sono ancora piuttosto spettinati ma stanno bene.”

Terminare la prima stesura del mio romanzo

“Capitolo 3: la pandemia si è portata via anche la mia ispirazione. È ora di rimboccarsi le maniche per recuperare!”

Meno Netflix, più teatro

“Grazie al COVID-19 ho incrementato la quota Netflix (e lettura) ma azzerato quella teatro. In compenso mi sono accorto di non usare più Sky e l’ho disdetto.”

Imparare a fare una buona pizza romana

“Posso dire – Got it! – grazie ai feedback di chi l’ha mangiata. Anzi, ora mi sono dato come obiettivo di comprarmi il forno adatto e l’impastatrice a spirale per migliorare ancora la qualità. Sogno di poter fare pizzate con 20-30 persone a casa mia, un giorno.”

Meno Facebook, più libri

“Io sono messa male. Il mio proposito di meno Facebook più libri (1 libro al mese) ad oggi si è tramutato in meno Facebook e solo 0,5 libro al mese, però ho aumentato l’attività fisica (per forza).”

Essere meno comprensiva

“Proposito assolutamente naufragato, fino a farmelo dimenticare. A questo punto ho deciso di cambiare tutti i buoni propositi con l’amarmi di più.”

Smettere di procrastinare

“Diciamo che l’anno non è dei migliori per smettere di procrastinare, come vedete sto già cercando una scusa. Speriamo la seconda metà dell’anno possa andare meglio, comunque qualcosa si sta muovendo.”

Dedicare più tempo ai nipoti

“Beh direi che per quanto riguarda il mio buon proposito, ovvero dedicare più tempo ai nipoti, sono messo benino: nonostante il lockdown da Coronavirus sono riuscito a stare abbastanza con loro. Sto continuando infatti la mia battaglia personale nel tentare di tenerli lontani dalla Playstation, dallo smartphone e da tutti i gadget elettronici, ma è dura.”

Il running del sabato mattina

“Per quanto riguarda il running del sabato mattina non c’è stato ancora nulla, e il COVID non ha aiutato ma almeno mi sto rimettendo in forma, pronto per partire quanto prima!”

Riprendere la patente

“Ripresa!”

Shirshasana, la verticale sulla testa

“Tecnica da perfezionare, ma dopo mesi di lavoro quotidiano, con grande soddisfazione riesco a guardare il mondo… da un’altra prospettiva!”

Smettere di fare figli

“Per il momento.”

Usare meno acronimi

“Ora per comporre una frase devo prendere le ferie.”

Godere della natura con la famiglia

“Con il lockdown non è stato possibile ma abbiamo portato un pò di natura in casa. A proposito di natura, ho vissuto intensamente i mesi in cui mia figlia piccola ha imparato a camminare mentre il fratellino maggiore diventava un piccolo ometto geloso ed innamorato allo stesso tempo. A fine luglio finalmente si parte per la montagna.”

Iscrivermi in palestra

“Da poco, ma si, finalmente!”

Essere meno approssimativo

“Forse, ebbro di speranza, credevo ancora nel cambiamento. È una strada lunga e lastricata di difficoltà.  non mollo, continuo a lavorarci…”

Una routine di training mentale per la memoria

“Non ricordo dove l’ho messa.”

Per le prossime puntate, ci risentiamo a fine 2020 sempre su questi schermi. Buona estate a tutti.

Condividi su

Copia il link dalla Clipboard

Copia