Customer Data Platform Pimcore con Extera

Customer Data Platform: conosci davvero i tuoi clienti?

Negli ultimi anni il reperimento dei dati dei clienti e la loro gestione ha ottenuto un ruolo centrale ai fini delle attività di marketing. Ad oggi, con tutti i canali che abbiamo a disposizione (e-mail, social network, e-commerce, fiere, marketing outdoor), la mole di dati potenzialmente gestibili è davvero elevata.

Questi dati però spesso non sono centralizzati e risulta difficile gestirli in modo univoco e senza eventuali duplicazioni. Un metodo che viene di solito utilizzato per conoscere i propri clienti è quello di definire le personas: personaggi astratti in cui identifichiamo i nostri clienti tipo, con le loro caratteristiche ed esigenze. Esiste un modo per conoscere più in profondità i nostri clienti reali, le loro necessità e i loro interessi? Oggi sì, grazie alla Customer Data Platform.

Cos’è una Customer Data Platform

La CDP o Customer Data Platform è un sistema in grado di raccogliere in un unico “luogo” tutti i dati che siamo riusciti ad ottenere sui nostri clienti attraverso vari canali (sito web, mail, social ecc..), al fine di sfruttarli per migliorare la loro esperienza online e offline. Spesso le aziende hanno a disposizione dati relativi ai clienti che però sono dispersi in diversi database non collegati tra loro (fogli excel, CRM, database aziendali ecc..)

Quali sono i dati che una CDP può raccogliere?

  • dati di identità (nome, cognome, età, città di residenza ecc..);
  • dati descrittivi (informazioni sulla carriera, sugli interessi, la famiglia ecc..);
  • dati comportamentali (storicità delle transazioni nell’e-commerce, contenuti letti o scaricati, form compilati);
  • dati qualitativi (opinione del cliente in merito ai prodotti o all’azienda).

Fonte: pimcore.com

Stai ancora pensando alle personas? Io credo di no.

Le personas sono uno strumento integrabile nella fase iniziale di questo processo, che però ha come obiettivo finale quello di definire il cliente reale con quante più informazioni possibili, durante tutto il suo periodo di interazione con l’azienda. Questo significa che le informazioni relative allo stesso cliente vengono continuamente aggiornate dal sistema.

Ma come funziona?

Customer Data Platform in Pimcore. Come funziona.

Abbiamo visto che il vantaggio principale di una CDP è quello di avere una vasta quantità di dati disponibili in un unico luogo; ma come possiamo sfruttarli direttamente da Pimcore?

Immaginiamo di possedere uno Shop di abbigliamento sportivo e di avere a disposizione tantissime informazioni relative agli utenti che hanno interagito negli ultimi 12 mesi con il nostro E-commerce (non solo indirizzi mail, metodi di pagamento preferenziali ma anche oggetti preferiti inseriti in whishlist, periodi di acquisto migliori, prodotti più acquistati ecc..).

Impostando regole automatiche in Pimcore grazie alla CDP possiamo “etichettare” gli utenti attraverso categorie o meglio segmenti di pubblico che potrebbero risultarci utili per attività di marketing o di analisi, ad esempio:

  • nuovi clienti: coloro che hanno effettuato un solo acquisto;
  • clienti normali: chi ha effettuato più di un acquisto ma meno di 4;
  • clienti fidelizzati: quelli che hanno effettuato più di 4 acquisti.

Sapere che nell’ultimo mese 1.000 acquisti sono stati effettuati da clienti che hanno visitato il nostro E-shop per la prima volta può spingerci a richiedere loro di iscriversi alla nostra newsletter, oppure ad inviargli offerte o sconti personalizzati per incrementare la loro fiducia nei nostri confronti.

Cosa potrebbe capitare nel migliore dei casi? Che il “nuovo cliente” si trasformi in “cliente normale” e in un secondo momento, in “cliente fidelizzato”.

Un altro modo di targettizzare i clienti è quello di definire i loro interessi in base ai prodotti acquistati: ad esempio cliente interessato al trekking, al basket o al calcio.

Fonte: pimcore.com

Avere tutte queste informazioni può permetterci di:

  • personalizzare i contenuti in funzione dei nostri clienti;
  • migliorare la User Experience;
  • creare offerte customizzate;
  • fare operazioni di Marketing automation;
  • incrementare il tasso di conversione.

Tutto questo direttamente da Pimcore, da un’unica piattaforma.

Vediamo alcune funzioni pratiche che puoi fare con il Customer Data Platform di Pimcore:

  • modificare la homepage (o un’altra pagina del sito web) per gli utenti che hanno visitato la sezione /trekking del nostro shop. Possiamo inserire offerte speciali per scarponi o abbigliamento da montagna: un’offerta personalizzata in base al loro interesse con lo scopo di diminuire la frequenza di rimbalzo basandoci sull’analisi della Customer journey;
  • integrare Mailchimp per creare dei template html direttamente in Pimcore e inserire varie offerte in modo pratico e snello, istruendo il programma a proporle al cliente in base ad una o più delle caratteristiche di segmentazione;
  • incrementare il tasso di conversione: creare delle Campagne di Mail Marketing mirate per il nostro database, identificati in vari segmenti di pubblico in base all’interesse.

Queste sono solo alcune delle funzionalità della Customer Data Platform.

Credi di non aver bisogno di una CDP perché il tuo CRM è in grado di rispondere a queste esigenze?

No, la CDP non è un CRM

Capita spesso di confondere la CDP con un CRM, ma vediamo cosa cambia.

Nel CRM le fonti da cui derivano i dati sono limitate e generalmente non vengono gestite più tipologie di dato. Inoltre, un altro limite rispetto alla CDP è che la maggior parte dei CRM non permette di unificare i dati raccolti da fonti diverse: il CRM gestisce infatti le relazioni con i clienti e il suo obiettivo non è quello di lavorare sui dati.

Le CDP al contrario, possono ingerire i dati dei clienti da tutti i tipi di fonti offline e online, e unificare i dati evitando duplicazioni, anche se questi derivano da diversi strumenti esterni (social media, app, punti vendita e transazioni di e-commerce).

6 motivi per cui non puoi fare a meno di una Customer Data Platform

Ora che abbiamo capito che una CDP può farci ottenere una serie di informazioni importantissime sui visitatori del nostro sito web cerchiamo di capire perché non puoi farne a meno:

  1. offre contenuti personalizzati in base al segmento di pubblico;
  2. migliora il targeting;
  3. segmenta in modo avanzato le proprie lead;
  4. permette di avere piena consapevolezza di quali siano i nostri clienti, i prospect o i visitatori dei canali digitali;
  5. integra la marketing automation;
  6. incrementa il tasso di conversione.

Sei ancora sicuro di non aver bisogno di una Customer Data Platform?

Condividi su

Copia il link dalla Clipboard

Copia