Email marketing
per e-commerce nel 2022?

Come far crescere la relazione utente-brand.

 

Sentiamo spesso parlare di metodi per incrementare le vendite del nostro e-commerce o per fidelizzare i nostri clienti e nel 2022 siamo ormai circondati da pubblicità online che ci consigliano di investire in annunci Google, sponsorizzate sui social network, SEO, email marketing e molto altro ancora.

Abbiamo già approfondito, sempre lato e-commerce, come sfruttare la SEO per aumentare le vendite online o perché investire in Google e Social Ads.

In questo articolo cercheremo di identificare i momenti salienti del flusso di comportamento di un utente che accede ad un e-commerce, proveremo a capire come poterlo trasformare in cliente e infine come fidelizzarlo sfruttando tecniche di email marketing automation.

 

«Le persone non comprano prodotti e servizi, ma relazioni, storie e magia

Seth Godin

 

Campagne di email marketing: come organizzarsi per fare un buon lavoro

 

La pianificazione è fondamentale in ogni strategia di marketing che si rispetti, motivo per cui è bene definire quali sono gli obiettivi della nostra attività di marketing sin dall’inizio.

Il potenziale ritorno che deriva da campagne di email marketing ben progettate è notevolmente superiore rispetto a molti altri canali web. Questo perché chi si iscrive alla nostra newsletter ha interesse a ricevere le nostre promozioni, le nostre novità; si tratta di un pubblico caldo che va stimolato e con cui va instaurata una relazione di fiducia che possa durare nel tempo.

 

Piano editoriale di email marketing

 

Schedulare gli invii periodici è un’azione particolarmente consigliata per realizzare un piano editoriale di direct email marketing e newsletter che si rispetti: date di invio, oggetto del messaggio, realizzazione dei contenuti grafici e database di riferimento degli utenti iscritti a cui indirizzarle. Il piano editoriale è la nostra tabella di marcia, il calendario che teniamo sotto mano in cui vengono previsti e pianificati tutti gli invii.

 

Circa il 35% dei destinatari di posta elettronica apre le proprie email in base
alla riga dell’oggetto.

Fonte: Hubspot

  

E non dimentichiamoci dei risultati: open rate, CTR, ROI.

Secondo uno studio di GetResponse l’Europa nel 2021 è risultato il continente con un tasso di apertura medio più alto al mondo (25,18%) e l’Italia si posiziona al 5° posto con un open rate medio di 28.51%.

I risultati delle campagne di email marketing sono fondamentali e non possono essere lasciati in secondo piano: sono dati che ci dimostrano se stiamo andando nella giusta direzione o se è il caso di apportare modifiche.

 

5 campagne di email automation
per e-commerce

 

Partendo dallo studio del flusso di comportamento di un utente che accede ad un sito e-commerce, possiamo strutturare un funnel di email marketing completo ed efficace.

Vediamo insieme 5 campagne di email marketing automation che non possono mancare in una strategia e-commerce per la trasformazione dell’utente in cliente e per la sua fidelizzazione.

 

1. Iscrizione e email di benvenuto: il primo step per una relazione duratura

 

Il primo step è quello di attirare l’utente a compilare il form di iscrizione alla Newsletter una volta atterrato nel sito. Un form nascosto sarà difficile da trovare: rendiamolo ben visibile, supportiamo i nuovi accessi al sito con campagne di lead generation e offriamo uno sconto sul primo acquisto.

Le welcome email sono il primo vero collegamento che abbiamo con l’utente che ha mostrato interesse nei nostri confronti per questo motivo dovremmo sfruttarle al meglio.

 

2. Email transazionali, cross-selling
e up-selling

 

Le welcome email non sono altro che email transazionali, ovvero quelle email che vengono inviate ad un utente per un motivo specifico o che richiedono una specifica azione, così come le conferme d’ordine, le conferme registrazione account o il tracciamento del nostro ordine.

 

Condividi su

Copia il link dalla Clipboard

Copia