Correre una mezza maratona. Essere meno approssimativo. Smettere di fare figli. Terminare la prima stesura del mio romanzo. Shirshasana: la verticale sulla testa. Riprendere in mano gli attrezzi da Bonsai. Iscrivermi in palestra. Meno Facebook, più libri. Usare meno acronimi. Recuperare la mia patente. Essere meno comprensiva. Una routine di training mentale. Dormire di più. Imparare a fare una buona pizza romana. Dedicare più tempo ai miei nipoti. Il running del sabato mattina. Godere della natura con la mia famiglia. Meno Netflix, più teatro. Viaggiare di più. Smettere di procrastinare.

Questi sono i buoni propositi del nostro team per il 2020. E voi, avete già scritto i vostri?

Ci eravamo lasciati a dicembre con il nostro 2019 in pillole, e ora siamo più carichi che mai per iniziare un nuovo decennio alla grande. E se anche Extera dovesse esprimere il suo primo buon proposito per questo nuovo anno, immaginiamo che sicuramente vorrebbe vedere online il nuovo sito, a cui lavoriamo da un po’. Ci siamo quasi… siete pronti a scoprire cosa abbiamo creato per voi?