Intervista doppia a Riccardo e Simon: considerazioni post Innovation Week

A conclusione della prima Innovation Week di Extera, di cui avrete sicuramente sentito parlare nelle scorse settimane, non poteva mancare un’intervista a due dei principali ideatori e sostenitori di questa iniziativa: Riccardo Quarta, Responsabile R&D, e Simon Marussi, CEO di Extera. 

Scopriamo con loro cosa ci ha portati a intraprendere questo percorso, i risultati che abbiamo raggiunto con questa prima edizione e qualche simpatico retroscena! 


Innanzitutto partiamo dalle basi: che cos’è una Innovation Week?

“L’Innovation Week – risponde Riccardo – è un momento durante il quale l’azienda mette in pausa il suo lavoro quotidiano per dedicarsi a progetti direttamente ispirati e suggeriti dai propri collaboratori, siano essi di pura crescita personale o addirittura servizi totalmente nuovi. Serve per far fluire creatività e innovazione senza particolari distrazioni, dando la possibilità a tutti di rimanere “on focus” su ciò che si sta facendo e sperimentare attività che, nella pianificazione di tutti i giorni, sono difficili da realizzare”.

Fermare quindi la “produttività aziendale” per 3 giorni: non è una scelta facile per un imprenditore. Quale valore vedi in tutto questo?

“No, la scelta non è stata facile – afferma Simon – ma è stata sin da subito confermata dai clienti stessi: abbiamo ricevuto numerose manifestazioni di interesse per questa iniziativa, anzi, un vero e proprio tifo sfegatato. In questo modo abbiamo tracciato una rotta anche per le prossime future edizioni. 

È comunque da notare che eravamo, come sempre, disponibili per vere emergenze”.

Allora com’è andata questa prima “Innovation Week” in casa Extera? Sono emersi progetti interessanti?

“Già dal primo giorno si era capito, girando tra gli uffici, che l’evento stava riscuotendo grande interesse – sostiene Riccardo con orgoglio. C’è stato tantissimo entusiasmo da parte di tutti e tanta voglia di portare a termine il progetto a cui si è stati assegnati. Data la premessa, siamo felici di poter dire che questa prima Innovation Week è stata un grandissimo successo. L’evento è stato accolto positivamente dall’azienda e dai suoi collaboratori e questo ci ha fatto capire che è la strada giusta verso l’innovazione strutturata a cui miriamo in Extera.

Scegliere dei progetti interessanti è estremamente complesso, perché personalmente ritengo siano stati tutti affascinanti. Se ne dovessi scegliere tre, vorrei menzionare il percorso formativo svolto dai nostri PM, proposto e coordinato da Veronica, il People Branding di Vanessa e Shopicore, il connettore Pimcore-Shopify di Lorenzo”.


Svelaci qualche particolare divertente.

L’estrema lentezza del sushi a pranzo il primo giorno – continua Riccardo – che ci ha costretto a rimanere oltre il nostro solito orario: non potevamo mica perdere minuti preziosi della nostra Innovation Week!

E poi la preparazione della sala riunioni per le presentazioni finali dei progetti: abbiamo spostato mezzo ufficio tra sedie e divani per cercare di rimediare posti a sedere, per poi renderci conto che siamo ormai troppi per stare tutti in una sola stanza: Simon prendi nota, ci serve un luogo più grande per questi eventi! Senza dimenticare i graditissimi popcorn, per una vera esperienza da cinema.

Possiamo affermare quindi che è stata la prima di una lunga serie?

Assolutamente sì – sostiene Simon – e sono certo che confermeremo presto questa decisione. È importante infatti misurare, a posteriori, quello che succede ai vari progetti. Per alcuni il risultato è già chiaro: per esempio uno dei progetti, volto all’ottimizzazione dei processi, ha già portato al risparmio di 20 ore uomo al mese all’ufficio amministrazione.

Per altri sarà necessario attendere ulteriori sviluppi del progetto e capire come risponderanno clienti e prospect.

 

Insomma, probabilmente dovremo attendere ancora qualche mese prima di vedere gli esiti finali e l’applicazione pratica dei progetti portati avanti nel corso di questi tre giorni di creatività, ma in Extera si respira già l’aria di una seconda Innovation Week!

 

a cura di
Ludovica Mattioli
PROJECT MANAGER

Condividi su

Copia il link dalla Clipboard

Copia