SCM Group Rebranding

Il rebranding è un processo lungo e complesso per un’azienda. A Extera è stato chiesto di declinare fedelmente questo cambiamento di SCM sulla rete. Ecco come.

Cambiamento, è questo l’adagio imperante, come a dire, cambiare per non morire. Avevamo fatto cenno delle prerogative di SCM: grande, internazionale, leader nel mondo. Bene, è ancora tutto vero, lo è ancor di più, perché nel frattempo SCM è cresciuta, ha acquisito, ha diversificato.

Sono lontani i tempi della gloriosa Invincibile C35, la prima combinata a 7 lavorazioni immessa sul mercato nel 1960.

Allora tutto sembrava semplice, si piallava, si bucava, al limite si segava e poco altro. Un marchio, una macchina, un materiale: il legno. Punto. Oggi, per sua stessa ammissione, SCM è un gruppo industriale leader nella concezione, produzione e distribuzione di soluzioni tecnologicamente avanzate per la lavorazione di una vasta gamma di materiali (legno, vetro, marmo, plastica, metalli, compositi), con marchi specialisti su specifiche tecnologie e centri di eccellenza qualificati nella componentistica industriale, presente nei 5 continenti da oltre 50 anni.

Molti marchi, molti materiali, molti mercati. Era tempo di fare ordine, in una parola: rebranding!

La definizione più corretta ce la fornisce Gianluca Fariselli, direttore della comunicazione del Gruppo:  “il processo attraverso il quale un’azienda cambia, in modo totale o parziale, la propria identità di marca o di un prodotto partendo da un restyling del logo e degli strumenti di comunicazione fino a modificare perfino servizi e rete commerciale/distributiva con cui si approccia al mercato”.

È un processo lungo e complesso che investe in profondità ogni fronte dell’azienda. Dalla proprietà, alla produzione, dalla la rete commerciale fino ai clienti.

A Extera è stato chiesto di declinare fedelmente questo cambiamento sulla rete.

scmgroup-ipad-orizzontale-bianco

Sito Corporate, l’inizio del rebranding online

Il rebranding di SCM ha comportato una nuova riprogettazione completa della struttura informativa e del layout del sito, infatti, da una navigazione basata sui marchi, si è passati a una che fa stretto riferimento ai settori (legno, vetro, metallo, pietra, plastica e materiali avanzati). L’utilizzo della Value Proposition Canvas ci è stato di grande aiuto durante tutte le fasi di sviluppo del progetto.

Rebranding online, dal sito al monitoraggio del traffico.

Un CMS agile per un progetto complesso

In questo processo, il fatto di poter contare su una infrastruttura solida e flessibile si è rivelato fondamentale. Il CMS Enterprise Pimcore, su cui abbiamo sviluppato il progetto sin dall’inizio, si è rivelato fondamentale.

Google Analytics e l’importanza dei dati

In questo settore, gli investimenti legati alla visibilità sono ingenti. I dati si rivelano, quindi, di fondamentale importanza sia per la pianificazione e l’ottimizzazione delle attività, sia per la rilevazione del loro rendimento. Una configurazione molto avanzata degli strumenti di tracking ci ha per permesso di monitorare costantemente la situazione e allocare per il meglio le risorse.