La scelta della piattaforma e-commerce è uno step fondamentale, spesso il primo responsabile di successo o insuccesso di un’attività di commercio elettronico.

Questa decisione è tanto più importante quanto più si parla di piccole imprese che devono gestire budget limitati e necessitano di soluzioni in grado di massimizzare l’investimento già nel breve e medio termine.

Magento o Shopify: questo è il dilemma. Vi abbiamo già illustrato perché ci piace Shopify come piattaforma e-commerce e quali motivazioni ci portano a preferirla rispetto a molte altre soluzioni.

Ora vorremmo spiegarvi anche, in base alla nostra esperienza in materia di sviluppo e management di shop online, quando sia più giusto scegliere uno o l’altro cms. Non troviamo corretto battezzare una delle due piattaforme come superiore all’altra, pensiamo invece sia fondamentale determinare le proprie necessità e scegliere di conseguenza.

Magento è uno dei maggiori player in materia di e-commerce, un cms molto potente ma altrettanto complesso. Oggi quando si parla di Magento ci si riferisce a Magento 2, la versione più moderna, efficiente e performante del cms. Chi ha già un’e-commerce con Magento 1 dovrà considerare la migrazione alla nuova versione o il cambio di piattaforma, dal momento che aggiornamenti e supporto per la versione 1 termineranno a giugno 2020.

Shopify invece è la new entry, un’efficace soluzione all-in-one divenuta popolare in brevissimo tempo grazie alla sua semplicità di startup e gestione.

Magento vs Shopify: le differenze.

  1. Hosting e server. Shopify è una piattaforma a cui si accede tramite abbonamento, completamente gestibile in autonomia senza dover ricorrere a servizi di hosting esterni. Con Magento devi dotarti di un server prestazionale ed essere in grado di gestirne le problematiche.
  2. Personalizzazione backend. Shopify nasce già con un buon numero di strumenti e opzioni di personalizzazione e se non bastassero c’è sempre la possibilità di svilupparne nuove ad hoc ma rimaniamo comunque in un contesto dove il codice principale è protetto. Se il tuo business necessita di personalizzazioni estreme sicuramente, con i dovuti costi, Magento è più flessibile a questo genere di richieste.
  3. Personalizzazione frontend. Shopify consente controllo totale lato frontend anche se il cuore della piattaforma non è accessibile, per garantire maggiore stabilità e integrità del sistema. Magento dall’altra parte è completamente personalizzabile a livello di codice, ma ciò ovviamente richiede importanti (e costose) competenze di sviluppo.
  4. Aggiornamenti. Magento è un sistema complesso e costoso per poter funzionare in tutta sicurezza, gli aggiornamenti vengono prima effettuati in un ambiente di test con necessario intervento di uno sviluppatore. Shopify esegue invece aggiornamenti indolori e invisibili agli utenti con cui vengono integrate sempre nuove funzionalità.
  5. Semplicità di gestione. Shopify è una piattaforma davvero agevole con un’interfaccia di amministrazione intuitiva e semplice da apprendere. Questo riduce anche i probabili errori commessi durante la gestione ordinaria dello shop. Magento invece ha un backend più complesso e articolato, adatto a chi ha già dimestichezza con quel tipo di software.
  6. Dimensioni del business. Entrambe le piattaforme consentono l’inserimento di un numero illimitato di prodotti. La nostra esperienza però ci dice che Shopify sia più adatto per piccoli e medi store (fino a qualche migliaio di prodotti) mentre Magento possa garantire una migliore gestione in caso di store con decine di migliaia di referenze. Shopify è disponibile anche nella versione enterprise, Shopify Plus, adatto ad aziende medie e grandi con volumi di fatturato elevati ed esigenze di gestione avanzate.
  7. Prestazioni del sito. Con Shopify la banda di trasmissione del server è illimitata e viene automaticamente regolata a seconda degli accessi generati, mentre nel caso di Magento in presenza di un picco di traffico è necessario avere a portata di mano un buon sistemista con un piano B per non avere problemi al sito
  8. App e plugin. Magento Marketplace presenta da anni una gran varietà di soluzioni che permettono di integrare ex novo funzioni per lo shop con un costo di solito legato al solo acquisto del modulo Shopify invece ha un App Store più giovane ma con un numero di app crescenti e continuamente integrate dagli sviluppatori per consentire di aggiungere funzionalità allo store. Le varie applicazioni sono gestite con il pagamento di fee mensili o di una quota una tantum con possibilità di un periodo di prova precedente all’acquisto.
  9. Layout grafico. Magento ha molti più template grafici rispetto a Shopify. Quest’ultimo ne ha un numero inferiore ma sicuramente sufficiente a dare ampia scelta in fatto di design e layout. Inoltre i temi di Shopify si possono testare gratuitamente sulla piattaforma come se fossero già installati e funzionanti
  10. Marketing. Su entrambe le piattaforme si può lavorare lato SEO sui prodotti, si integrano con piattaforme di email marketing, marketing automation, attività di promozioni con coupon, spedizioni gratuite, recensioni prodotti e molto altro.
  11. Multicanalità. Shopify vince questa sfida dal momento che ha numerose integrazioni native grazie alla partnership con Facebook ad esempio che consente di non dover lasciare il social network se si vuole acquistare un prodotto. Magento richiede maggiore studio e ricerca di una soluzione personalizzata per vendere multicanale.
  12. Supporto e assistenza. Shopify è pressochè imbattibile con un servizio di assistenza personalizzata 24 h e 7 giorni su 7 in grado di guidarti nelle configurazioni, nel risolvere problematiche, dubbi, soluzioni a malfunzionamenti che comunque sono solitamente molto rari. Magento essendo una piattaforma open source non ha servizi di customer care dedicati ai clienti (disponibili nella versione enterprise). In caso di problemi o malfunzionamenti ci si può rivolgere alla comunità di sviluppatori senza garanzia di risposte certe e soluzioni.
  13. Costi e tempi. Shopify presenta 3 piani di abbonamento, per un massimo di 299 dollari al mese a cui bisogna aggiungere particolari funzioni se occorrono. Ovviamente è bene rivolgersi a degli esperti per la configurazione iniziale del template e delle app in modo da garantire il corretto funzionamento dello shop online e iniziare a vendere. Magento invece essendo un software open source non ha un costo di installazione e utilizzo ma solitamente richiede un server abbastanza strutturato con un costo mensile che può variare da 100€ per gli shop con esigenze basilari a 2000€ per store multipli su server dedicato. A maggior ragione Magento richiede l’intervento di uno sviluppatore esperto per installare, configurare, sviluppare il tutto con costi crescenti e tempi lunghi per soluzioni di media-alta complessità.

Quindi: Shopify o Magento?

Ovviamente ci troviamo di fronte a due ottime soluzioni per avviare un progetto e-commerce, con differenze che come abbiamo visto consistono soprattutto nel budget a disposizione e nella disponibilità (o meno) di competenze di sviluppo dedicate. Sicuramente Magento è uno strumento tanto potente quanto complesso e costoso, soprattutto nella versione 2 rilasciata da poco.

Shopify invece è oggi la piattaforma e-commerce più agile, facile e veloce per aprire uno shop online e concentrarsi immediatamente sul suo successo. Una piccola media impresa o una startup con budget limitati può permettersi così di pubblicare il proprio sito in poche settimane, risparmiare in costi di sviluppo e dirottare buona parte delle risorse a disposizione in strategie di marketing che funzionano.

Shopify vs Magento

Quindi per voi, meglio Shopify o Magento?