Covid-19 e e-commerce: verso lo shopping natalizio

L’estate è ormai giunta al termine e le prossime feste in arrivo stanno già bussando alle porte di Extera, dal Black Friday al Natale. Ma per quanto riguarda gli acquisti online durante questi periodi, come si comporteranno gli utenti quest’anno? Sarà il solito Natale oppure la pandemia porterà delle modifiche anche da questo punto di vista? Ce lo stiamo chiedendo da qualche tempo e oggi ci siamo dati qualche risposta.

E-commerce e lockdown. Cosa abbiamo imparato

Il lockdown che abbiamo vissuto nella prima metà di questo 2020 ci ha sorpresi da diversi punti di vista e, parlando in particolare di acquisti online, la situazione è stata davvero incredibile: l’e-commerce ha subìto un boom esponenziale, le vendite online in alcuni settori sono schizzate alle stelle, le abitudini di acquisto degli utenti sono cambiate in pochissimo tempo e noi abbiamo vissuto un cambiamento digitale davvero inaspettato nel momento stesso in cui questo stava avvenendo.

La quarantena infatti ha portato persone abituate ad effettuare acquisti in negozi fisici, ad effettuarli in negozi online da un momento all’altro, permettendogli di conoscere tutti i vantaggi che gli e-commerce possono garantire: dalla consegna in poco tempo dall’acquisto, al pagamento immediato o ai resi online.

Chiaramente questo ha avuto delle ripercussioni considerevoli nei negozi fisici, che da un lato hanno subìto in toto le conseguenze negative di questa situazione e dall’altro invece hanno avuto la possibilità di sfruttare un canale di vendita che non avevano considerato prima o che comunque non stavano prendendo in considerazione nell’immediato. Alcuni negozi hanno addirittura deciso di chiudere lo store locale e di spostare completamente il business online, altri invece – che l’e-commerce lo avevano già in funzione da tempo – si sono resi conto di quanto in realtà non fosse all’altezza della domanda che si stava venendo a creare e di quante potenzialità non stessero ancora sfruttando.

Se vuoi saperne di più: Covid-19 e boom di e-commerce: come cambiano le abitudini d’acquisto

Abitudini di acquisto che cambiano. Essere sulla cresta dell’onda

Numerosi sono i brand che si sono adattati a questa nuova concezione di shopping e hanno trovato il modo di farsi notare online sfruttando i canali di marketing più utilizzati (Facebook, Instagram o Google Shopping ad esempio). Tra i settori più colpiti positivamente c’è stato sicuramente quello del makeup, in cui nei mesi del lockdown hanno spopolato anche le consulenze online che ancora oggi funzionano e mantengono un trend inaspettatamente in crescita.

Altri brand invece hanno sfruttato questa esperienza per riadattare il proprio e-commerce alle nuove esigenze degli utenti, garantendo una user experience veloce, con nuove funzionalità e una fase di checkout semplificata, per migliorare gli acquisti e mettere a proprio agio il cliente.

Hai visto il nostro restyle dell’e-commerce di Diego dalla Palma?

Covid-19 e acquisti natalizi online: cosa ci immaginiamo

Non è difficile immaginarsi i centri commerciali pieni di gente che cerca il regalo perfetto per i propri cari, o le vie delle nostre città illuminate e immerse nel calore che solo l’atmosfera natalizia sa donare. In fin dei conti appena un anno fa questo è quello che sarebbe successo.

Oggi però è davvero difficile immaginare tutto ciò, piuttosto quello ci aspettiamo è che le persone proseguano il trend iniziato mesi fa, un trend caratterizzato da un incremento di acquisti online in prossimità delle festività e un’offerta online sempre pronta ad incontrare la domanda con nuovi spunti e promozioni.

Gli acquisti online aumenteranno.

Prevedere un’affluenza di acquisti online superiore al 2019 può sembrare un’affermazione banale e scontata, ma è un indicatore davvero importante.

Credi di essere all’altezza delle aspettative degli acquirenti online che stanno già cercando nuove idee per i loro regali? Le tue strategie digitali sono pianificate e sei pronto con le promozioni? Il tuo sito è solido, veloce, ben strutturato e pronto ad accogliere i tuoi clienti?

Se infatti, durante il lockdown di qualche mese fa, l’incremento di domanda online ci ha colti di sorpresa e probabilmente molti gestori di e-commerce avrebbero preferito essere più preparati a cogliere questa opportunità, oggi l’esperienza qualcosa dovrebbe averci insegnato: a giocare d’anticipo.

Cosa può succedere?

  • Incrementi di traffico web importanti. Il tuo sito deve avere delle solide fondamenta affinché possa mantenersi stabile mentre il traffico aumenta anche in modo importante. Non sarebbe la prima volta che per un boom di traffico il sito crolli proprio durante il momento più bello.
  • Elevata concorrenza online. Questo comporterà probabilmente un aumento anche considerevole dei costi in marketing per alcuni settori, che vanno considerati e messi in preventivo.
  • Supporto digitale e tecnico. Avere un team affidabile e competente che ci supporti in questa fase è davvero indispensabile affinché il piano marketing faccia il suo dovere.
  • Customer care. Il cliente non deve mai essere abbandonato: che sia per il ritardo su un ordine, a causa di una difficoltà nella fase di pagamento o per delucidazioni su un prodotto dobbiamo essere reattivi. Il cliente online ha milioni di possibilità e noi dobbiamo offrirgli il miglior servizio.

Il consumatore sta già cercando il tuo prodotto

Secondo una recente ricerca di Googleè emerso che il 70% degli acquirenti italiani ha dichiarato che intende pianificare gli acquisti in anticipo per evitare gli affollamenti”.

Per questo motivo e per quelli già indicati sopra è necessario mettere in campo strategie digitali agili che permettano ad un e-commerce di raggiungere i consumatori al momento giusto, e nel luogo che preferiscono, in totale sicurezza.

Continuando sull’analisi proposta da Google “Il 49% degli acquirenti che prevedono di fare acquisti natalizi ha dichiarato che sceglierà i negozi che offrono la possibilità di acquisto senza contatto, e il 38% di tali acquirenti ha affermato che utilizzerà le opzioni di acquisto online e di ritiro in negozio o all’esterno.

È ben noto che i consumatori adorano la comodità di reperire prodotti locali e di qualità.

Questo è dimostrato anche dalle ricerche local, che si riferiscono alla disponibilità di un prodotto in base al posto in cui ci troviamo, che sono cresciute del 100% rispetto all’anno precedente.

Un consiglio per tutte le attività locali che hanno iniziato a vendere online potrebbe essere quello di avere tutte le tue informazioni aggiornate e chiare, per rendere più facile per il consumatore trovare ciò che cerca, ad esempio con l’aggiornamento della propria scheda Google My Business o con l’attivazione di campagne local ads così da raggiungere gli utenti in prossimità del negozio e velocizzare il processo d’acquisto. Essere presenti nel momento del bisogno.

Se vuoi parlare con noi del tuo progetto contattaci, il nostro team specializzato in e-commerce e digital marketing saprà come aiutarti.

Condividi su

Copia il link dalla Clipboard

Copia